'

Perché scrivo?

Anche le emozioni vanno educate!

Educarsi alle relazioni sembra oggi essere davvero necessario.

Ho sempre creduto che gli esseri umani fossero animali sociali, portati naturalmente verso l’altro, verso lo scambio, il contatto, la relazione. Ultimamente ho dovuto ricredermi: riflessioni profonde e destabilizzanti hanno creato scompiglio nelle mie certezze granitiche. Alcuni di noi sono totalmente diseducati al rapporto e allo scambio con l’altro. E’ questione forse di difese per alcuni, che giungono ad essere chiusi e più individualisti in età più avanzata, ma non è solo un ...

Leggi di più →
0

Da anziani, come si può essere ancora felici?

Si stima che un terzo delle persone che superano i 60 anni di età sperimentano quella che è stata definita “crisi di mezza età”. Ormai è un dato accertato, inoltre, che la vita media degli individui, in particolare nella nostra società, si sia allungata di molto e, al contempo, anche la qualità sia migliorata di pari passo. Ma è davvero così per tutti?

Nonostante i fattori di miglioramento oggettivi, la crisi esistenziale  può sopraggiungere ...

Leggi di più →
0

L’ironia e l’arte di vivere con leggerezza

Attenzione: con la lettura attenta di questo articolo si può rischiare di prendere la vita meno sul serio o imparare che la vita può darci anche molte soddisfazioni, se presa come un gioco. Ma ovviamente si tratta di un gioco serissimo, molto impegnativo, di cui si devono conoscere le regole, e in cui occorre quindi saper giocare e predisporsi nella maniera più sana e aperta possibile, per apprendere ciò che c’è da imparare, sempre.

Leggi di più →

2

I “millenials” e i nuovi modi di comunicare…cosa cambia?

Nella mia ultima conferenza ho voluto affrontare il tema delle nuove forme di comunicazione, utilizzate ormai da tutti ma soffermandomi sull’uso che ne fanno gli adolescenti oggi.

Iniziando con l’affermare che l’adolescenza è sicuramente un’età di tumulto, un’epoca in cui i cambiamenti corporei, fisici, emotivi e cognitivi ...

Leggi di più →
0

La paura degli attentati: come ha cambiato il nostro modo di vivere?

Non possiamo negarlo: anche se sappiamo razionalmente che il problema di cui parlerò è molto enfatizzato dai media, che esistono obiettivamente molte concause e molti interessi dietro quelle azioni che spesso non ci spieghiamo e che vanno molto al di là del nostro potere di intervento, non possiamo negare che sentire continuamente notizie di attentati, stragi, colpi di testa da parte di kamikaze più o meno addestrati, ha contribuito ad innalzare il nostro livello di attenzione e la nostra soglia ...

Leggi di più →
0

Perché un blog?

All’interno del blog troverete gli articoli che negli ultimi due anni ho scritto con frequenza più o meno mensile, perché alcune riflessioni nascevano spontanee dall’osservazione di questo pazzo e a volte incomprensibile mondo, altre volte nascevano da sollecitazioni esterne di chi mi chiedeva un parere diverso su fatti di cronaca, altre volte per una rivista scientifica. Il più delle volte nascono da ciò che vedo a livello clinico in seguito alle sedute con i miei pazienti: cerco di capire le ...

Leggi di più →
1

Io vado da uno psicologo, e tu?

Siamo in Italia, siamo indietro su molte questioni, una fra tante, l’accesso libero e senza condizionamenti (mentali ma a volte anche economici) ad un professionista della salute mentale: lo psicologo.

La mia vuole essere una riflessione dettata non solo dall’aver constatato la resistenza culturale di molti a recarsi presso gli studi dei cosiddetti “strizzacervelli” per parlare delle loro questioni, dei loro turbamenti interiori o dei problemi che veramente li affliggono, a volte in modo pesante. La riflessione nasce dal fatto ...

Leggi di più →
0

No caro, ho mal di testa!

Quante volte questa frase è stata usata e abusata da donne, e diventata quasi simbolica e utilizzata anche nelle barzellette o nelle parodie di alcune coppie? Il suo utilizzo specifico è “come scusa per non fare l’amore”. Questa frase è stata presa poi a modello per indicare, oltre che il minore desiderio implicito (culturalmente?) nella donna, anche in realtà la riluttanza della donna a offrirsi e concedersi per un sottile gioco di piccole vendette o di conflitti lasciati in ...

Leggi di più →
0

Vorrei lasciarlo ma…non posso!

Molto spesso le donne, e in misura minore anche gli uomini, si trovano di fronte alla spinosa questione del voler razionalmente lasciare la persona con cui stanno insieme, perché sanno, nel profondo, che non è quella giusta per loro, che la loro storia non porterà a nulla di positivo poiché non esistono i presupposti per continuare o sperare che le divergenze, le litigate, i dissapori, possano svanire e migliorare con il tempo. Semplicemente se una possibile intesa c’è stata, ...

Leggi di più →
0

Andare a convivere, cosa cambia in una coppia?

Scegliere di andare a convivere, per una coppia, è un momento che comporta sicuramente un  salto verso un altro tipo di relazione: da semplici fidanzati a coppia di fatto, a conviventi.

Si può scegliere con più o meno trasporto, a seconda di chi prende la decisione, se condivisa e frutto di ragionamenti fatti insieme, o se preferita da uno dei due e proposta/imposta all’altro.

Indubbiamente c’è un cambiamento nella ...

Leggi di più →
0